News

Software Ebridge Buffetti - Comunicazione Fatture Emesse/Ricevute


 

 

 

Comunicazione Fatture Emesse/Ricevute

Premessa

E' disponibile in data odierna l'aggiornamento Ebridge Buffetti 20241723A che prevede l'installazione del nuovo modulo COMUNICAZIONE DEI DATI DELLE FATTURE (ex modello Polivalente).

In allegato le note dell'aggiornamento e le condizioni economiche per l'attivazione del modulo, che possiamo sintetizzare in questo modo:

  1. I clienti che hanno contratti attivi al 31/05/2017 per il prodotto dismesso COMUNICAZIONE POLIVALENTE, riceveranno i nuovi prodotti in aggiornamento (NO COSTI LICENZA E NO COSTI CANONI 2017). Per questi clienti si applicherà un incremento del listino dell’attuale dei canoni a partire dal 2018 (in allegato l'offerta economica).

  2. Per i nuovi clienti e per i clienti Buffetti che NON hanno contratti attivi al 31/05/2017 per il prodotto dismesso COMUNICAZIONE POLIVALENTE, dovranno acquistare i moduli (in allegato l'offerta economica).

  3.  NovitàServizio Trasmissione comunicazioni Liquidazioni IVA e Dati Fatture tramite canale accreditato SDICoop: a valle della prima trasmissione dei dati Liquidazioni periodiche IVA, abbiamo predisposto un nuovo servizio a pagamento, che permette la trasmissione dei dati Liquidazioni periodiche IVA e Dati Fatture emesse e ricevute tramite canale accreditato SDIcoop ed il monitoraggio e la gestione delle transazioni su piattaforma web con significativi plus funzionali rispetto all’utilizzo del canale web gratuito Fatture e Corrispettivi, messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate. L’offerta si incentra su un servizio di trasmissione massiva dei dati monitorabile con piattaforma cloud, con gestione in chiaro degli esiti di trasmissione e Conservazione Digitale a Norma dei documenti correttamente processati.

La piattaforma è in grado:

  • gestire file xml e archivi zip, firmati o da firmare
  • riportare per ciascun file xml gli esiti di trasmissione (ricevute) sia in xml che in chiaro
  • generare il prospetto di liquidazione in pdf, secondo layout standard
  • inviare in conservazione digitale a norma le transazioni chiuse correttamente
  • importare file già trasmessi fuori dalla piattaforma

 

 

INTRODUZIONE NORMATIVA

Trasmissione dei dati delle fatture emesse e ricevute - Articolo 1, comma 3, D.Lgs. 127/2015

L’articolo 1, comma 3, del Decreto Legislativo 5 agosto 2015, n. 127, ha disposto che i soggetti passivi IVA, con riferimento alle operazioni effettuate dal 1° gennaio 2017, possano optare per la trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate dei dati di tutte le fatture, emesse e ricevute, e delle relative variazioni. Gli stessi dati possono essere acquisiti dall’Agenzia delle Entrate anche qualora il soggetto passivo, che ha esercitato l’opzione, trasmetta o riceva fatture elettroniche mediante il Sistema di Interscambio di cui all’articolo 1, commi 211 e 212, della Legge 24 dicembre 2007, n. 244, formate secondo quanto previsto dal Decreto Ministeriale del 3 aprile 2013, n. 55. Nel caso in cui non tutte le fatture emesse e ricevute transitino tramite il Sistema di Interscambio, il contribuente che ha esercitato l’opzione deve inviare i dati relativi alle altre fatture, o anche i dati relativi a tutte le fatture se ciò risulta più agevole, con la trasmissione dei dati fattura.

Il 28 ottobre 2016, in attuazione delle disposizioni di cui all’articolo 1, comma 4, del Decreto Legislativo 5 agosto 2015, n.127, è stato emanato il Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate n. 182070 che ha definito, tra l’altro:

 quali dati delle fatture emesse, delle fatture ricevute e registrate e delle bollette doganali devono essere trasmessi all’Agenzia delle Entrate a seguito dell’esercizio dell’opzione;

 il formato e le regole di compilazione della comunicazione con la quale tali dati devono essere organizzati;

 le modalità per la trasmissione dei dati delle fatture.

 

Tali indicazioni sono contenute nelle specifiche tecniche allegate al provvedimento, le quali contengono anche le regole di compilazione della trasmissione.

Le informazioni da trasmettere sono quelle relative:

 alle fatture emesse, indipendentemente dalla loro registrazione, (comprese quelle annotate o da annotare nel registro dei corrispettivi - articolo 24, comma 2, D.P.R. 633/72);

 alle fatture ricevute e alle bollette doganali, registrate ai sensi dell’articolo 25 del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633, ivi comprese le fatture ricevute da soggetti che si avvalgono del regime forfetario o in regime di vantaggio;

 alle note di variazione delle fatture di cui ai precedenti punti.

 

Di conseguenza, come chiarito anche dalla Circolare n. 1/E del 7 febbraio 2017, sono esclusi dall’obbligo comunicativo i dati contenuti in altri documenti, come gli scontrini, le ricevute fiscali e le “schede carburante”.

I dati da inserire nella comunicazione sono un sottoinsieme di quelli da riportare obbligatoriamente nelle singole fatture ai sensi dell’articolo 21 del D.P.R. n. 633/1972 e, comunque, non differenti da quelli da annotare nei registri di cui agli articoli 23 e 25 del medesimo decreto.

Trasmissione dei dati delle fatture emesse e ricevute - Articolo 4, D.L. 193/2016

L’articolo 4 del Decreto-Legge 22 ottobre 2016, n. 193, convertito, con modificazioni, dalla Legge 1 dicembre 2016, n. 225, ha profondamente modificato la disciplina del cosiddetto “spesometro” di cui all’articolo 21 del Decreto-Legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla Legge 30 luglio 2010, n. 122. Nella formulazione attuale, l’articolo 21 del D.L. 78/2010 dispone l’obbligo della comunicazione trimestrale, entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo ad ogni trimestre, dei dati delle fatture emesse e ricevute, quest’ultime se registrate.

Al riguardo, i chiarimenti riportati nei paragrafi precedenti e relativi ai dati fattura ai fini delle trasmissioni opzionali (articolo 1, comma 3, del D.Lgs. n. 127/2015) valgono anche per assolvere l’obbligo di comunicazione dei dati fattura stabilito dall’articolo 21 del Decreto-Legge n. 78/2010.

Anche i contribuenti che non hanno esercitato l’opzione ai sensi dell’articolo 1, comma 3, del D.Lgs. n. 127/2015 possono sfruttare il Sistema di Interscambio per emettere o ricevere fatture elettroniche; in tal caso i “dati delle fatture emesse e ricevute” sono acquisiti dall’Agenzia delle Entrate. Come già chiarito in precedenza, nel caso in cui non tutte le fatture emesse e ricevute transitino tramite il Sistema di Interscambio, il contribuente deve inviare i dati relativi alle altre fatture, o anche quelli relativi a tutte le fatture, se ciò risulta più agevole, con la trasmissione dei dati fatture.

Tutti i soggetti passivi IVA sono tenuti ad adempiere all’obbligo di comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute di cui all’articolo 21 del Decreto-Legge n. 78/2010. Dall’obbligo di comunicazione sono esclusi, in tutto o in parte, soltanto i seguenti soggetti:

 le amministrazioni pubbliche di cui all’articolo 1, comma 2, della Legge 31 dicembre 2009, n. 196, nonché le amministrazioni autonome, sono esonerate dall’obbligo di invio dei dati delle fatture ricevute; resta, invece, obbligatorio, anche per tali enti, l’invio dei dati delle fatture, e delle relative note di variazione, emesse nei confronti di soggetti diversi dalle pubbliche amministrazioni che non siano state trasmesse tramite il Sistema di Interscambio;

 i soggetti che si avvalgono del regime forfetario di cui all’articolo 1, commi da 54 a 89, della Legge 23 dicembre 2014, n. 190, sono esonerati dall’invio dei dati di tutte le fatture;

 i soggetti che si avvalgono del regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità di cui all’articolo 27, commi 1 e 2, del Decreto-Legge 6 luglio 2011, n. 98, sono esonerati dall’invio dei dati di tutte le fatture;

 i produttori agricoli che si avvalgono del regime speciale di cui all’articolo 34, comma 6, del D.P.R. n. 633/1972, situati nelle zone montane di cui all’articolo 9 del Decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 601, sono esonerati dall’invio dei dati di tutte le fatture;

 i produttori agricoli che si avvalgono del regime speciale di cui all’articolo 34, comma 6, del D.P.R. n. 633/1972, situati in zone diverse da quelle montane, tenuti a comunicare unicamente i dati relativi alle operazioni attive mediante l’invio dei dati delle autofatture emesse dai cessionari;

 le associazioni sportive dilettantistiche e quelle assimilate che si avvalgono del regime forfetario previsto dalla Legge n. 398/1991, per le attività rientranti nel regime agevolato (sia istituzionali che commerciali) devono trasmettere soltanto i dati delle fatture emesse.

 

Per ulteriori chiarimenti in relazione alla corretta compilazione della comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute si può fare riferimento alla Circolare n. 1/E del 7 febbraio 2017 ed alla Risoluzione n. 87/E del 5 luglio 2017.

Periodicità e termini di presentazione

La comunicazione dei dati delle fatture ha periodicità trimestrale non solo per i contribuenti che liquidano l’imposta ogni trimestre ma anche per quelli mensili e la trasmissione all’Agenzia delle Entrate deve essere effettuata entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo ad ogni trimestre. L’eccezione, introdotta in sede di conversione del D.L. n. 193/2016, è rappresentata dalla comunicazione del secondo trimestre, che deve essere tramessa entro il 16 settembre, anziché entro il 31 agosto di ciascun anno.

In via transitoria, era stato previsto che la prima comunicazione dell’anno 2017 fosse semestrale anziché trimestrale, con scadenza il 25 luglio 2017. Tuttavia, il maxiemendamento al disegno di legge di conversione del D.L. n. 244/2016 (cd. “Milleproroghe”), approvato dal Senato il 16 febbraio 2017, nel modificare la disciplina prevista in via transitoria per il 2017, ha previsto che la comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute relativa al 2017 deve essere effettuata:

 entro il 18 settembre 2017 per i dati relativi al primo semestre 2017;

 entro il 28 febbraio 2018 per i dati relativi al secondo semestre 2017.

 

< Indietro

Resta aggiornato ed iscriviti
alla nostra newsletter gratuita!


Teleassistenza